RF:

Niente comunione e funerali per i “coniugi” gay

Mons. Thomas Paprocki, Vescovo di Springfield, nell’Illinois ha dato precise indicazioni pastorali in merito alle  persone che hanno contratto un “matrimonio” omosessuale, indicazioni che sono né più né meno quelle previste dal Codice di diritto canonico. Il vescovo afferma: “La Chiesa non solo ha l’autorità, ma ha anche l’obbligo grave di riaffermare il suo autentico…

FacebookTwitterGoogle+Condividi
censura

La morsa Lgbt sulle opinioni, Pillon a processo De Mari, Fanzaga, Ricci: è la fine della libertà?

Un altro professionista a processo: è l’avvocato del Family Day Simone Pillon, trascinato alla sbarra da un’associazione gay. Il reato? Aver denunciato pubblicamente opuscoli per il sesso omo nelle scuole. Per lui una richiesta di risarcimento monstre da 400mila euro, ma anche la solidarietà del popolo del Circo Massimo e non solo. Si allunga l’elenco…

pride-village-manifesto-madonna-320x320[1]

Locandina blasfema: il comune di Perugia revoca il patrocinio

Nei giorni passati abbiamo già commentato la vicenda dell’associazione gay perugina Omphalos che, per farsi pubblicità, aveva ideato una locandina del gay pride blasfema in cui la Santissima Vergine era agghindata come una drag queen. Ora il comune di Perugia ha revocato il suo patrocinio ed ha accompagnato la decisione con questo comunicato stampa: “Perugia è…

2_1-700x410[1]

I Cobas scuola contro la libertà di educazione dei genitori

Martedì 20 giugno, a Bologna, i Cobas (comitati di base della scuola) ed altre 17 associazioni vicine al Partito Democratico, hanno svolto un presidio davanti all’Ufficio Scolastico Regionale (USR). Hanno chiesto «una nota ufficiale dell’USR che si esprimesse chiaramente contro le indebite ingerenze nel funzionamento delle scuole da parte di sedicenti associazioni di genitori, che hanno…

RM-Erba-P.Livio_paolopatruno-22[1]

Un attacco alla libertà religiosa E la Chiesa tace

La motivazione della condanna di padre Livio è gravissima, e riguarda tutti coloro che esprimono giudizi e valutazioni in contrasto con l’ideologia omosessualista dominante. È un attacco alla libertà religiosa, ma a Roma tutto tace, Conferenza episcopale e Santa Sede. Un messaggio chiaro a chi intenda insistere nella difesa della vita e della famiglia. http://www.lanuovabq.it/it/articoli-un-attacco-alla-liberta-religiosa-e-la-chiesa-tace-20252.htm

RM-Erba-P.Livio_paolopatruno-22[1]

Caso padre Livio: l’Ordine dei Giornalisti processa la Bibbia

«L’esegesi di padre Livio non ha fondamento». Così l’Ordine dei giornalisti ha deciso di sospendere per sei mesi il direttore di Radio Maria, padre Livio Fanzaga, per offese alla senatrice Cirinnà. Pomo della discordia l’interpretazione di Apocalisse 17, citata in una trasmissione durante la battaglia parlamentare sulle unioni civili. Padre Livio: «Pericoloso aver dovuto discutere…

RM-Erba-P.Livio_paolopatruno-22[1]

Radio Maria: la Cirinnà fa sospendere dall’ordine dei giornalisti Padre Livio

Padre Livio Fanzaga lo scorso febbraio dai microfoni di Radio Maria, emittente che dirige, aveva detto: «Questa qui [l'on. Monica Cinrinnà] mi sembra un po’ la donna del capitolo diciassettesimo dell’Apocalisse, la Babilonia insomma, che adesso brinda con prosecco alla vittoria [per l’approvazione della legge sulle unioni civili]. Signora, arriveranno anche i funerali, stia tranquilla. Glielo…

Corte_Europea_b_95428

Propaganda gay Il bavaglio alla Russia

La Cedu condanna la Russia per la vicenda degli attivisti che fecero propaganda gay davanti a una scuola. La tesi? Minata la libertà di espressione. Ma dietro la sentenza ci sono le solite motivazioni ideologiche. Ancora una volta la sovranità nazionale va a farsi benedire e la Cedu entra a gamba tesa in ambiti nazionali.…

received_bWVzc2FnZV9ibG9iX2F0dGFjaG1lbnQ6MTAyMDcwNjI2MjMyNzM0NjM[1]

Varese, preghiera di riparazione sfrattata

A Varese, come in altre città di Italia, alcune associazioni hanno voluto pregare il rosario in riparazione del gay pride che nella cittadina lombarda si è svolto il 17 giugno scorso. Gli organizzatori hanno chiesto tutti i permessi per stazionare sul sagrato del Duomo. Ma non è stato concesso loro e si sono dovuti rifugiare…