Massachusetts, missionario assolto da accuse della gaystapo

Il pastore Scott Lively (nella foto) faceva il missionario in Uganda e lì predicava la morale sessuale cristiana. Il padre condannava l’omosessualità ma era molto accogliente nei confronti delle persone omosessuali. Nonostante questo un’associazione LGBT lo ha portato alla sbarra nel suo paese di origine davanti ad un giudice del Massachusetts.

Il giudice, nonostante per 5 anni avesse tentato di metterlo all’angolo, alla fine si è dovuto arrendere dato che non aveva trovato uno straccio di prova contro il padre e così lo ha mandato assolto. Il pastore, in questi 5 anni, è stato vittima di una compagna di odio su scala internazionale, soprattutto da parte di gruppi di sinistra vicini, secondo il sito Lifesitenews, al magnate George Soros.

https://www.lifesitenews.com/news/christian-pro-family-leader-wins-five-year-battle-against-frivolous-lbgt-la

https://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/la-buona-notizia-706-gaystapo-sconfitta-in-massachusetts/

FacebookTwitterGoogle+Condividi