Processione di riparazione a Rimini: “trattati come lebbrosi”

Riminiduepuntozero ha intervistato il portavoce del Comitato Scopelli che ha organizzato qualche giorno fa la processione di riparazione a motivo del Gay pride svoltosi a Rimini. Il portavoce si lamenta del fatto che il vescovo Lambiasi non li ha voluti ricevere. Molte cose avrebbero voluto dirgli: “gli direi che mentre a Biella Emma Bonino e Silvio Viale (“frullatore di bambini” per auto definizione) parlavano in una chiesa, dei cattolici a Rimini sono stati trattati come lebbrosi. Non v’è stato nessun clima d’odio, e solo chi non ha capito sulla teologia della riparazione può pensare che la preghiera alimenti livori”.

Poi ha aggiunto: “le considerazioni fatte dal Vescovo Lambiasi hanno tenuto lontane parecchie persone che potenzialmente sarebbero venute. Purtroppo i tempi sono questi: tutto ciò che è cattolico sembra voler essere ostacolato, e la Chiesa oggi pare voler fare “da stampella all’omosessualità”, come ha detto Mons. Negri in un intervento di qualche giorno fa”

http://www.riminiduepuntozero.it/trattati-come-lebbrosi-dalla-chiesa-di-rimini/

FacebookTwitterGoogle+Condividi