Regolamenti più gay friendly per l’esercito sud coreano

Pare che l’esercito sud coreano metterà mano al regolamento del proprio esercito che vietava condotte omosessuali tra le proprie fila, comminando anche una sanzione che prevedeva il carcere in certi casi. Questo nonostante il governo sud coreano fosse uno degli stati che più si era battuto presso l’Onu per le rivendicazioni delle persone LGBT. A dirlo è l’insospettabile Humans Rights Watch.

Il vecchio regolamento, che pare che andrà in soffitta, ostacolava giustamente le relazioni omosessuali non tanto per motivi di natura morale, ma per ragioni pratiche. Infatti, come ha di recente ribadito anche il presidente Trump in merito alle persone transessuali, certi comportamenti sono di oggettivo disturbo in seno all’esercito e provocano disagio e malumori tra i soldati.

http://www.alleyoop.ilsole24ore.com/2017/08/07/quando-le-battaglie-per-i-diritti-si-fanno-dentro-lesercito/?refresh_ce=1

FacebookTwitterGoogle+Condividi