Una bambina ostaggio dell’educazione di genere

L’odissea di una bambina e dei suoi genitori che in tre mesi non hanno ancora ottenuto dalla scuola elementare di esercitare il diritto all’esonero da un corso sull’educazione di genere. Dall’Ufficio scolastico lombardo al Miur a Roma: tra richieste e carte bollate, c’è anche chi suggerisce di ricorrere al Tar.

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-una-bambina-ostaggio-dell-educazione-di-genere-20724.htm

FacebookTwitterGoogle+Condividi