• GIUSTIZIA A OROLOGERIA

    Che tempismo, Maroni torna in politica: rinviato a giudizio

    Sarà un caso ma proprio mentre Maroni ufficializza la sua volontà a candidarsi a sindaco di Varese, ecco che viene nuovamente “attenzionato” dalla magistratura, che lo rinvia a giudizio per induzione indebita e turbata libertà per la scelta di un consulente a lui legato da relazione affettiva. Lui si difende dicendo che la nomina avvenne quando non era più governatore, ma l'intervento della Giustizia stupisce per la tempistica e nel merito. Dove finisce l’autonomia di un Governatore nella scelta di un consulente e dove inizia la violazione di legge? E’ l’ennesima conferma di quanto sia sbilanciato in favore della magistratura il rapporto tra i diversi poteri dello Stato e di come spesso siano i giudici ad orientare le vicende politiche nazionali, regionali e locali.

    • ULTIMO APPELLO

    Confindustria decisa: è ora di un nuovo patto per l'Italia

    Statalismo e assistenzialismo rischiano di far morire di asfissia il nostro sistema socio-economico. È l’ora di un nuovo Patto per l’Italia, da concertare con tutte le forze produttive del Paese, a cominciare dai giovani e dalle donne. Non usa troppi giri di parole Carlo Bonomi, aprendo la sua prima assemblea annuale come presidente di Confindustria .

    • MEDIA E GIUSTIZIA

    Fontana spiato, ma la chiameranno informazione...

    Il caso dei telefoni del governatore lombardo e di altri sette. L’autorità giudiziaria può spiare per intero la loro vita, violando la privacy di tutte le altre persone venute in contatto con loro. E basta che qualcosa arrivi sulla scrivania di un cronista di giudiziaria...

    • TUTTI CONTRO TUTTI

    M5S nel caos. Per i grillini conta solo la poltrona

    Di Maio punta sull’accordo organico con il Pd, Di Battista parla di sconfitta storica e invoca gli stati generali, Fico cerca di mediare e Grillo getta benzina sul fuoco. Ma se lui e il ministro degli Esteri cantano vittoria per il “sì” al referendum, perché il Movimento non accelera sulla legge elettorale così da rendere subito operativo il risparmio per il taglio dei parlamentari?

    • IMMIGRAZIONE

    Battuto il nuovo record di sbarchi di immigrati illegali

    Il governo Conte 2 batte se stesso e nell'ultimo anno lascia che il numero di sbarchi di immigrati illegali addirittura quadruplichi rispetto all'anno precedente. Conte e Lamorgese definiscono "inaccettabili" gli sbarchi, ma chiudono un occhio quando avvengono. A nulla serve il decreto di aprile, i rimpatri ci sono ma vengono effettuati col contagocce. La situazione è fuori controllo

    • LO SCENARIO

    Vittoria dei Sì e pareggio nelle regioni congelano la politica

    Con la vittoria schiacciante dei Sì e sinistra che perde "solo" le Marche, Di Maio e Zingaretti cantano vittoria. Ma il voto non è rassicurante neanche per i partiti al governo. E soprattutto il voto referendario significa che il Parlamento è ora delegittimato e sarebbe coerente chiederne lo scioglimento approvando velocemente una nuova legge elettorale. Ma è invece più probabile che, data la situazione, sia nel centrosinistra che nel centrodestra prevalgano le spinte stabilizzatrici.

    • SPIONAGGIO

    Perché ai cinesi interessano i vescovi di Brescia, Fiesole e Biella

    Come emerge dall'inchiesta sulla raccolta dati ad opera della ditta Zhenhua Data, in Cina, anche la Chiesa viene attentamente monitorata. Tre diocesi emergono nel database cinese: Brescia, Fiesole e Biella. Le ragioni di tanta attenzione sono ignote, ma si tratta di tre centri industriali e commerciali che interessano molto la Cina. E i prelati hanno "influenza nei settori strategici"

    • MISURA CHE FA ACQUA

    Reddito di cittadinanza pure ai Bianchi, altro flop grillino

    Secondo la Guardia di Finanza, le famiglie dei quattro accusati (i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli) per la morte di Willy Monteiro avrebbero percepito indebitamente 33.000 euro. È noto che del reddito di cittadinanza hanno usufruito anche carcerati, e pochi beneficiari hanno trovato lavoro. Ma i Cinque Stelle non ammettono il fallimento

    • IL NO AL REFERENDUM

    Costa più la burocrazia dei parlamentari

    Il numero dei parlamentari è un falso problema, anche se per puro calcolo statistico in un numero più grande dovrebbe essere più facile trovare persone competenti. Per ridurre i costi e aumentare l'efficienza è necessario ridurre l'apparato burocratico, il personale delle Authority e il costo delle Regioni.

    • DOPO DUBLINO

    L'Ue non ferma i clandestini, anche se cambia politica

    La presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, ha annunciato il superamento delle regole sull'immigrazione dettate dal vecchio trattato di Dublino. Era ora e i partiti italiani, all'unisono, plaudono alla svolta. Tuttavia la nuova politica, che si basa sulla redistribuzione dei rifugiati, non risolve il problema dell'immigrazione incontrollata. Anzi, può incentivarla

    • 'NDRANGHETA

    Report dei Servizi inguaia il Pd. “Commissariate Reggio”

    Il silenzio di Sinistra e media mainstream sui clamorosi report dei Servizi segreti su intrecci di appalti, funzionari e 'Ndrine nella Rossa Reggio Emilia quando Delrio era sindaco: episodi su cui Carabinieri e Aisi chiesero di indagare, ma che la Procura non approfondì. Quagliariello chiede di commissariare il Comune targato Pd e denuncia la «congiura del silenzio».

    • IPOCRISIA

    Aggressioni a Selvi e Salvini, ma la sinistra non si indigna

    Il leader della Lega viene aggredito da una trentenne del Congo, che gli strappa camicia e rosario, ma i partiti al governo reagiscono con indifferenza, a parte qualche eccezione. E il regista Muccino se la prende addirittura con chi esprime solidarietà. Stesso copione dopo l’aggressione di Grillo al giornalista Selvi. A parti invertite, si sarebbe scatenato un putiferio